News - Partito Democratico Veroli

Vai ai contenuti

NEWS
___________________
di Maria Giulia Cretaro - Il Partito Democratico benedice Veroli, Veroli benedice il Partito Democratico con il sigillo di Francesco De Angelis.
Dopo lo scisma di 5 anni fa, il partito consacra il suo appoggio alla candidatura di Simone Cretaro. Una conferma per niente ovvia, visto il mancato sostegno nella scorsa tornata elettorale. Ma davanti al buon governo, certe posizioni possono essere riviste, senza essere tacciati di incoerenza. Va sottolineato che il Partito Democratico verolano, dopo il frullatore interno che lo ha investito negli ultimi anni, ha aperto una nuova fase con l'elezione del Presidente Cesidio Trulli e il Segretario Toni Pironi. Una guida rinnovata che ha da subito inaugurato una rotta decisa.
 
Così dalla sede di Passeggiata San Giuseppe, il nuovo direttivo PD presenta i suoi candidati al consiglio comunale. Sabato ore 18e 30, al cospetto di Francesco De Angelis, Sara Battisti e Mauro Buschini, il neo Segretario apre le danze.
Toni Pironi, non lascia spazio a convenevoli di poco conto, punta il focus da subito sulla stagione elettorale "La campagna che ci aspetta non sarà affatto semplice. Siamo circondati da un clima di grande sfiducia e preoccupazione. Uno dei nostri compiti principali sarà restituire ottimismo. Quello che ci si presenta davanti è un anno di spartiacque, che lascerà ferite sociali ed economiche che toccherà anche noi risanare. Veroli però parte in vantaggio, perché vive di un'amministrazione seria, rigorosa e puntuale. Non è un comune tenuto a galla, è un comune che può permettersi investimenti, senza tagliare servizi importati e funzionali. Veroli ha dimostrato un'attenzione al sociale superiore a tutte le altre realtà limitrofe. Presenta una tassazione che si assesta tra le più basse possibili. Gli ultimi 25 anni hanno migliorato la città; le amministrazioni Campanari, D'onorio e Cretaro hanno tenuto fuori Veroli dal pantano che circonda le altre".
 
Tra gli amministratori di quei mandati, molti provenivano dalla squadra PD, e rinnovano la loro candidatura anche in questa tornata.
Il discorso del segretario, non dimentica anzi sottolinea, l'incrinatura del 2014: momento che ha portato il suo partito a ricoprire nel Palazzo Comunale sia gli scranni della maggioranza che dell'opposizione. Situazione quanto mai complessa, ma che non ha sottratto serietà al ruolo ricoperto dai consiglieri, soprattutto senza sacrificare il rispetto personale. La capillare ricostruzione del circolo, è stata la svolta per riassemblare le fila e presentarsi ora come compagine unita. In questo la lista del Partito Democratico diverge da tutte le altre sostenitrice di Simone Cretaro: unico partito che vive un clima nazionale non dei più favorevoli.
 
Da questo punto però rilancia Toni Pironi ricordando come "Il simbolo ci assicura una filiera che collegherà Veroli alla Pisana: un contatto diretto tra il territorio e i nostri rappresentanti. Questo, così come competenza e serietà, metteremo al servizio di Simone Cretaro Sindaco, che merita la riconferma perché non c'è alternativa ad un'amministrazione che ha operato bene"
L'appoggio dei vertici regionali oltre ai discorsi in loco di Sara Battisti e del neo Presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini, arriva sintetico e puntuale in un messaggio del Presidente Nicola Zingaretti, "Fate brillare i nostri simboli e le nostre idee, siamo l'unico argine alla deriva della destra. Mettiamocela tutta.Ce la possiamo fare, ce la faremo". Mauro Buschini aggiunge alle parole del Presidente, il sostegno della Pisana, che in questi anni si è mostrata attenta alle istanze della cittadina ernica, e continuerà a farlo. Una promessa è un impegno, non sempre traduzione logica in politica, speriamo che lo sia in questo caso.
 
Non è certo passata inosservata la presenza di Francesco De Angelis, che tra elogi e lodi per il Sindaco Simone Cretaro, lancia il proclama a sbarrare PD in entrambe le votazioni: la tornata europea non può e non deve essere dimenticata. La battaglia al blocco Antieuropeista merita attenzione e affluenza alle urne.
Dopo i nomi altisonanti della Provincia, è la volta del candidato sindaco. Simone Cretaro sembra essersi lasciato alle spalle ogni screzio politico delle passate amministrative, tanto da aver "accolto" nella sua squadra di coalizione anche chi, nel suo mandato, è stato all'opposizione. Una pacificazione totale che consta del rispetto amministrativo e personale. Perché a questa lista, l'Avv. Cretaro riconosce coerenza e competenza. Caratteristiche ormai pensate come marginali, invece che portanti in contesti amministrativi. "La prima voce della nostra spesa sono i servizi sociali, per non lasciare nessuno indietro. Abbiamo messo al centro la cultura, anche se ci viene rinfacciato di sprecare soldi se vi investiamo. Sicuramente abbiamo sbagliato, sicuramente potremmo migliorare. Il clima che si è creato è favorevole per un lavoro attimale, la squadra è compatta ed inclusiva. Lo faremo ascoltando tutti gli attori della città, perché Veroli è di tutti, per migliorarla bisogna battersi e chiedere aiuto".
 
Tra i candidati, spazio a due portavoce, quote rosa anche nell'attuale consiglio, Assunta Parente e Francesca Cerquozzi. Entrambe sottolineano la volontà di superare le vecchie divergenze per concentrarsi su Veroli e le azioni necessarie per lavorare al meglio. Non sarà semplice, mettendo la faccia sotto un simbolo di partito, ma per coerenza ideologica non poteva essere altrimenti.
La chiusa del Segretario Toni Pironi è tutta dedicata alle europee "I valori di fondanti che da 70 anni assicurano a questo continente stabilità sono messi in discussione. La vittoria del fronte opposto sarebbe preoccupante. Siamo Verolani ma siamo anche e soprattutto Europei".
 
Una pace politica, quella emersa dalla presentazione, che arriva, seppur dopo anni, ancora in tempo sulla tabella di marcia. Un accordo programmatico che rilancia il Partito, ma che si dimostra funzionale specialmente per la città. Il 27 Maggio saranno sotto la lente d'ingrandimento tutti i risultati, quello del PD sicuramente più degli altri.
 
Articolo da www.unoetre.it – Ignazio Mazzoli
© Lista Impegno Civico Veroli - Sito realizzato da Antonio Grella
Torna ai contenuti